5 SETTEMBRE 1811: NAPOLEONE SI OCCUPA DELL’EQUIPAGGIAMENTO DEI SUOI SOLDATI

  • di
5 SETTEMBRE 1811: NAPOLEONE SI OCCUPA DELL'EQUIPAGGIAMENTO DEI SUOI SOLDATI

Quando

Settembre 5, 2022    
12:00 am

Event Type

Notiamo le preoccupazioni di Napoleone e ammiriamo la precisione delle sue domande, nette e concise.

É questa la frase che riassume perfettamente il contenuto: dare ordini è il minimo, ciò che importa è assicurarne l’esecuzione.

• Compiègne, 5 settembre 1811. Al generale Lacuée, conte di Cessac, Ministro direttore dell’amministrazione della guerra, a Parigi:

Signor Conte di Cessac,

ho ricevuto la sua lettera del 31 agosto relativa agli ordini che ha dato riguardo l’abbigliamento del reggimento dell’isola di ; la situazione non conferma ciò che viene detto nel riassunto.

Lo stato n. 1 afferma che 7,000 abiti sono stati inviati all’isola di . Si vede che gli ordini sono stati dati, ma non si vede che questi effetti siano partiti. Non si capisce da dove siano stati spediti gli effetti che dovevano partire dal 2 febbraio al 25 agosto. Per esempio, il 14 giugno è stato dato l’ordine di far partire 900 vestiti, 900 giacche, ecc., ma da dove sono stati spediti? Quando sono partiti e in quanti giorni dovrebbero arrivare? Dare ordini è il minimo, ciò che conta è assicurarne l’esecuzione.

Lo stato n. 2 è più preciso. Vedo che 3.500 fucili sono partiti. I tempi di alcune di queste spedizioni sono determinati: 8,000 culottes, 3,000 giacche hanno lasciato Parigi il e il 3 agosto; perché non sono ancora arrivate?

Stato n. 3, vedo che 800 abiti destinati alla 29ª fanteria leggera avrebbero dovuto essere confezionati dall’ordinatore dell’amministrazione militare, ma come si pretende che l’ordinatore confezioni degli abiti? Non sarebbe più semplice incaricare il consiglio di amministrazione o farli confezionare a Bordeaux, dove esiste un grande laboratorio? E come si può credere che all’ordinatore non manchi alcun dettaglio di una confezione? Niente è meno soddisfacente di questo quadro. Con tali indicazioni non posso far nulla e, se non si hanno altre informazioni nei vostri uffici, non mi stupisce che le mie truppe non siano vestite. Il fatto è che il 28 agosto questo deposito era nel peggior stato possibile. Se mi aveste mandato dei rapporti che potevano essere verificati, avrei mandato sul posto un ufficiale responsabile di ordini, ma in questa situazione così oscura, cosa volete che facciamo?

Il reggimento del Mediterraneo, in Corsica, è tutto nudo; a Weselgli uomini sono già arrivati, ma non un abito, non una camicia, non un paio di scarpe. Eppure, vi avevo detto di fare una spedizione diretta da Parigi. Questo influisce molto sul mio servizio, perché se questi coscritti aspetteranno a Wesel, diserteranno.

Datemi degli stati precisi sull’esecuzione degli ordini per Wesel e Strasburgo; che conosca la quantità di effetti spediti, il luogo e il giorno della partenza e la strada che seguiranno, affinché io possa fare anche una verifica delle camicie. Temo che l’ufficiodell’abbigliamento non sia in mani abbastanza forti e che molte cose vegano confuse, lì.

Un ordinatore ha sempre meno risorse per occuparsi delle confezioni, perché, indipendentemente dal numero degli agenti che un consiglio di amministrazione ha a disposizione per sorvegliare una confezione (agenti che non costano nulla), questo consiglio ha operai più o meno abili; quindi, il prezzo che può essere sufficiente per un consiglio di amministrazione non può essere sufficiente per un ordinatore. Egli deve sorvegliare tutto, ma non fare, poiché è solo, senza agenti per assisterlo. Anche in un esercito non si può dire che un ordinatore faccia pane e vestiti, perché ha i suoi agenti per viveri e vestiario. Egli amministra i contratti per la manutenzione, le forniture, i trasporti; sorveglia tutto e non fa nulla direttamente.

Cosa può fare l’ordinatore della 12ª divisione, senza una guardiaresponsabile del magazzino, senza un controllore, senza operai? Fare un accordo con un sarto, magari, ma chi lo verificherà? Significa esigere da un uomo ciò che non gli è possibile e, di conseguenza, lui lo farà male. Il suo predecessore aveva agito allo stesso modo: a Bordeaux o non si faceva niente o si faceva male. Vi ho istituito un consiglio di amministrazione, delle guardie del negozio, dei direttori, ecc. I consigli di amministrazione potrebbero confezionare; i consigli dei battaglioni che si trovano nell’isola di e, infine, il consiglio del deposito possono farlo sotto la sorveglianza degli ordinatori, che saranno responsabilidella verifica e degli ordini e delle spese.