30 SETTEMBRE 1805: NAPOLEONE CREA IL REGGIMENTO DE LA TOUR D’AUVERGNE

  • di
30 SETTEMBRE 1805: NAPOLEONE CREA IL REGGIMENTO DE LA TOUR D'AUVERGNE

Quando

Settembre 30, 2022    
12:00 am

Event Type

Il 7 luglio 1803, Napoleone ebbe l’idea di creare un corpo composto da uomini e ufficiali che avevano combattuto con i realisti in Vandea, consultando Berthier.

Questo progetto venne ripreso il 28 agosto 1805, in una lettera scritta a Fouché de Boulogne: “potrebbe essere utile formare un corpo franco di volontari di due o tre battaglioni, dando lavoro a tutti i capibanda che hanno fatto la guerra civile e ad altri individui che hanno prestato servizio nell’esercito di Condé. Bisogna sapere quale uomo, avendo influenza, sarebbe abbastanza sicuro da esserne il colonnello e quali uomini sarebbero adatti per i tre battaglioni, i quindici capitani e i trenta luogotenenti. Naturalmente non si ammetterebbe in questo corpo nessuna persona dell’età della coscrizione né di un’età inferiore.”

Con decreto dell’8 novembre dell’anno 14 (30 settembre 1805), Napoleone creò il reggimento de La Tour d’Auvergne. Si formò a Wissembourg con uomini di varie nazionalità, ma principalmente prigionieri di guerra austriaci.

 

Tale decreto precisò:

I. Sarà sollevato un reggimento di fanteria leggera composto da tre battaglioni. Porterà il nome de La Tour d’Auvergne.

II. Il signore Godefroy de La Tour d’Auvergne è nominato colonnello-comandante di questo corpo.

III. Questo reggimento avrà la stessa organizzazione della fanteria leggera di linea. Il fondo della sua uniforme sarà verde e sotto tutti i rapporti conforme al modello che sarà approvato dal Ministro direttore dell’amministrazione della guerra.

IV. Nessun uomo della coscrizione o parte di un corpo di truppa sarà ammesso a questo reggimento che potrà ricevere tedeschi e altri stranieri.

V. Questo reggimento formerà il primo corpo di una legione che sarà presto organizzata e porterà il nome di Legione tedesca.

L’Imperatore scelse Godefroy Maurice Marie Joseph, Conte de La Tour d’Auvergne, come colonnello di questo reggimento perché, ex emigrato, mantenne stretti rapporti con i realisti che potevano fornire ufficiali, truppe e sottoufficiali da reclutare in Germania.

 

Alla sua creazione, il reggimento fu diviso, sul modello della fanteria leggera, in 3 battaglioni, con un effettivo di 2.500 uomini. Ogni battaglione comprese 6 compagnie, di cui due d’élite, una compagnia di carabinieri (equivalente ai granatieri nella fanteria di linea), una di volteggiatori e 4 compagnie di caccia.

Nel 1806, il reggimento de La Tour d’Auvergne è diretto verso il regno di Napoli, dove Godefroy de La Tour d’Auvergne , lontano dal suo reggimento, soggiornò per diversi mesi. L‘Imperatorescrisse, l’8 dicembre 1808, da Madrid, al Generale Clarke, Ministro della Guerra: “Il colonnello del reggimento de La Tour d’Auvergne non è in grado di comandare questo reggimento, nomina un altro colonnello”. Fu sostituito il 13 febbraio 1809 da Louis Pierre Milcolombe Drummond. Il reggimento combatté in Calabria fino al 1812.

Nel 1809, un quarto battaglione fu formato a Belfort, sempre con prigionieri di guerra austriaci. Questo battaglione fu inviato in Catalogna e si unì agli altri battaglioni nel Regno di Napoli nel 1811. Un e un 6º battaglione furono creati per mezzo di prigionieri di guerra spagnoli, il 4 agosto 1811.

L’11 agosto 1811 il reggimento, comandato dal colonnello Jean-Baptiste Danlion, assunse il nome di reggimento straniero. Alla fine del 1813, i primi due battaglioni furono risparmiati dalla decisione di disarmare le truppe straniere. Gli altri quattro formano un battaglione di pionieri. Il reggimento venne infine sciolto il 2 maggio 1815.

 

• Uno scandalo nel reggimento de La Tour d’Auvergne:

Nel 1806 girava voce che il colonnello e il tenente colonnello Louis Charles Sicaud de Mariole, familiare dei Tascher, avrebbero chiesto soldi per nominare gli ufficiali: da 5000 a 15000 franchi. Un cadetto della Scuola Militare di Fontainebleau l’aveva anche scritto alla sua famiglia.

Tutto ciò passò per Sicaud de Mariole, che tenne regolarmente informato il colonnello. Scoperto da Charles Marie Robert d’Escorches de Sainte Croix, capo del battaglione, lo accusò di complicità per la vendetta. Sainte Croix lo provoca in duello e lo uccide, ma i sostenitori di Mariole affermano che Sainte Croix, mentre il suo avversario ferito era sdraiato a terra, avrebbe sparato una seconda volta, rendendolo colpevole di omicidio. Sainte Croixvenne immediatamente arrestato.

Il 7 maggio 1806, l’Imperatore, a Saint-Cloud, scrisse a Fouché: “Sento molti complotti sul reggimento de La Tour d’Auvergne. Cercate delle informazioni e fatemi sapere. Rendetemi conto anche del duello che ha avuto luogo”.

Fouché chiese allora a ciascun ufficiale di indicare, sotto giuramento, come è stato nominato e di confessare se ha versato dei soldi. Gli ufficiali che hanno pagato dichiarano tutti di aver versato denaro a Mariole, mentre quelli presentati da Saint Croix sono stati ammessi solo in base al loro stato di servizio. Saint Croix, affermando che “la controspallina si dà, ma non si paga”, venne subito liberato e scagionato da ogni accusa. Fu promosso generale di brigata il 21 luglio 1809 e morì in Portogallo nel 1810 sotto Massena.

Dal 29 luglio 1806 sarà l’Imperatore a nominare direttamente gli ufficiali di questo reggimento…