19 SETTEMBRE 1847: INAUGURAZIONE DELLA STATUA DI FIXIN

  • di
19 SETTEMBRE 1847: INAUGURAZIONE DELLA STATUA DI FIXIN

Quando

Settembre 19, 2022    
12:00 am

Event Type

Fu inaugurato il 19 settembre 1847 da Louis-Napoléon Bonaparte (allora futuro presidente della Repubblica francese e futuro imperatore Napoleone III) nel “Parco Noisot“, piantato tra il 1830 e il 1840 da Claude Noisot, in omaggio all’Imperatore, realizzato in pino Laricio di Corsica, sulle alture di Fixin, una decina di km a sud di Digione.

Questa statua in bronzo di “Napoleone che si risveglia all’immortalità”, commissionata nei primi anni 1840 da Claude Noisot, è opera dello scultore di Digione, François Rude. Rappresenta Napoleone avvolto dal mantello di Marengo, coronato di alloro, il volto sereno e fermo di chi si sveglia all’eternità della sua fama. Un’aquila si libera a metà delle pieghe di bronzo. Napoleone morto, ma vittorioso sulla sua morte perché pronto, come la fenice, a rinascere.

Claude Noisot, amico di Rude, crea allo stesso tempo il “museo Napoleone I”, dedicato all’Imperatore in un bastione merlato del suo parco (replica in scala dei Mulini, palazzo dell’Imperatore sull’Isola d’Elba), e vi espone ricordi delle guerre napoleoniche, statue, dipinti, oggetti, documenti… Già nel 1840 aveva fattoscolpire cento gradini nella roccia delle scogliere del suo parco, per ricordare i “Cento Giorni”.

• Torniamo al grognard, Claude Noisot:

Nacque il 5 settembre 1787 ad Auxonne. Nel 1808 si arruolò nel reggimento dei fucilieri granatieri della Guardia imperiale. Fece parte delle Campagne di Germania e Spagna nel 1809, della Russia nel 1812, della Germania nel 1813 e della Francia nel 1814.

Accompagna l’Imperatore in esilio sull’Isola d’Elba come sotto maresciallo maggiore del “Battaglione Napoleone”; poi partecipa ai “Cento Giorni” con il grado di capitano della Vecchia Guardia fino a Waterloo.

Sette campagne, due infortuni e il grado di ufficiale della Legion d’Onore. Dopo Waterloo, divenne miniaturista a Parigi e si ritirò in Borgogna, a Fixin, nel 1835. Nel 1858 l’imperatore Napoleone III gli conferì la medaglia di Sant’Elena.

Morì a Fixin, il 14 aprile 1861. La sua volontà era di essere sepolto in piedi di fronte alla statua dell’Imperatore, ma a causa della durezza della roccia, è stato sepolto sdraiato, un po’ più lontano, con l’epitaffio: “Un soldato di Napoleone I XIV APRILE MDCCCLXI”.

Il busto in bronzo che sovrasta la sua tomba è di un allievo di Rude, Paul Cabet.