Nel bicentenario della morte di Napoleone esposizione a Bruxelles e programma di cerimonie a Sant’Elena

“Il Covid ha naturalmente influenzato i nostri piani per il bicentenario, ma non è comunque riuscito a fermarci. Siamo infatti riusciti ad organizzare piccoli eventi per commemorare, come ogni anno, Napoleone” dichiara Juliet Williams, la responsabile eventi della Saint Helena Napoleonic Heritage, organizzazione no profit che si occupa di preservare la memoria dell’imperatore Napoleone Bonaparte sull’Isola di Sant’Elena. La SHNH ha dunque pianificato un programma di cerimonie in occasione del bicentenario della morte di Napoleone: il primo evento si terrà il 5 maggio 2021 presso i giardini della Longwood’s house, quella che fu la residenza dell’imperatore ai tempi del suo esilio sull’isola, dove verrà commemorato l’esatto momento della morte con l’ascolto di musica classica, la lettura dei quaderni di Bertrand e della lettera di Montholon e osservando il classico minuto di silenzio. La commemorazione continuerà poi il 6 maggio nei presso della Chiesa Cattolica di Longwood con una messa seguita da una cerimonia a cui, sulle note della marsigliese, parteciperanno la Marina Reale e la Marina Francese. Il programma terminerà infine il 9 maggio con una cerimonia alla tomba dell’imperatore per commemorare il giorno della sepoltura e con una mostra pubblica per ricordare gli anni dell’esilio nel quartier generale.

Ma Sant’Elena non è la sola a voler commemorare il bicentenario, il Memoriale della battaglia di Waterloo in Belgio, infatti, proporrà una mostra che avrà inizio proprio il 5 maggio e termine il 17 ottobre che avrà come tema “Napoleone, da Waterloo a Sant’Elena” ed esporrà al pubblico documenti della battaglia, un centinaio di pezzi originali appartenuti all’imperatore tra cui un tricorno, un telescopio e oggetti di uso quotidiano come la sua vasca da bagno, quadri, stoviglie e libri.