La rubrica storica. 1 – Le origini del reparto

La nostra storia inizia quando, nella primavera del 1796, entrarono a Milano le truppe rivoluzionarie  comandate dal generale Napoleone Bonaparte (aveva cambiato il cognome di origine toscana Buonaparte poco prima della campagna d’Italia per adattarlo alla lingua francese).

Dopo le vittorie ottenute contro gli austro-piemontesi, prima,  e truppe pontificie, poi , il generale istituì nei territori conquistati dei governi temporanei, che formalmente avrebbero dovuto sostituire l’amministrazione militare francese: nacquero così le prime repubbliche sorelle. Nei territori appartenuti allo stato Pontificio venne istituita la repubblica Cispadana; mentre nella Lombardia e nei territori sulla sinistra del Po venne creata la repubblica Transpadana.

A Milano  venne insediato un comitato militare composto da Caccianino Antonio, Tordorò Giovanni, Beccaria Annibale, Visconti Aimi Francesco, Lahoz Giuseppe, Trivulzio Alessandro, a cui si aggiunsero i vertici delle guardie urbane il duca Galeazzo Serbelloni e l’Avvocato Pietro Teulié,  che, insieme ad altri ferventi lombardi, avevano aderito al proclama di Bonaparte. Questi personaggi erano importanti personalità di ancien régime e giacobini della prima ora, che conosceremo meglio più avanti.

Il decreto del 19 agosto 1796 istituì la guardia nazionale milanese, la cui uniforme, a differenza di quelle francesi blu, era verde con colletto e maniche bordate di rosso. L’esistenza  della repubblica Cispadana consentì di creare anche un corpo militare, la Legione Lombarda.

 Così con decreto 15 ottobre 1796 venne creata la prima unità militare italica sotto il comando del generale mantovano Giuseppe Lahoz a cui fu assegnato come Teulié come aiutante di campo generale e allo stesso tempo capo battaglione.

Questa prima unità, costituita attraverso “iscrizioni spontanee”  comprendeva 3741 legionari, divisi in 7 coorti, cinque centurie, oltre a una di granatieri e una di cacciatori, a cui venne assegnata una divisione di artiglieria di 4 cannoni.