Alla piramide di Marengo soldati e sapienti

Soldati della 59éme Demi Brigade d’Infanterie de Ligne, del Gruppo Storico Montichiari e del I° Leggero, e i sapienti delle Università Pegaso e Mercatorum si sono dati appuntamento a Marengo, accolti dalle note del violinista Giacomo Lucato sullo spartito della Marsigliese del compositore Giovanni Battista Viotti di Vercelli. L’evento “Soldati e Sapienti”, organizzato dall’Unione Giornalisti e Comunicatori Europei nella giornata di sabato 18 luglio, ha potuto contare sulla presenza delle istituzioni quali il Presidente del Consiglio Comunale Emanuele Locci, l’Assessore agli Eventi Cherima Fteita e il Consigliere delegato della Provincia Maurizio Sciaudone, con la consegna degli attestati ai vari gruppi di rievocatori e a persone come Gianlorenzo Bernini e Gina Mangiacotti, ai quali è stata consegnata anche la medaglia d’argento commemorativa i 220 anni della Battaglia di Marengo.

Ha fatto seguito una rapida e contenutissima rievocazione lungo il Fontanone (teatro di Battaglia nel 1800) adiacente la Piramide, simbolo della Campagna d’Egitto del luglio 1798.

La Piramide raffigurante l’infinito e legame fra cielo e terra, rappresenta una delle opere più affascinanti create dall’ingegno umano, che nel caso egiziano furono studiate dai “Savants” portati da Napoleone in Egitto, dando vita alla disciplina dell’egittologia.

Grazie a questa correlazione culturale sono state poste in evidenza le opportunità formative offerte dalle Università telematiche Pegaso e Unimercatorum presenti al Polo Culturale di Marengo, con le amministratrici Barbara Pagella e Simona Papé.

Uno scatto dell’evento “Soldati e sapienti”