Vai al contenuto

“La penna di Napoleone” e di Giulia Angelica Malvicini

”Notte prima della Battaglia” di Giulia Angelica Malvicini è l’opera più premiata alla sfida letteraria ”La penna di Napoleone” (prima edizione): la giuria presieduta dall’avvocato Massimo Taggiasco (direttore AL24) è intervenuta alla cerimonia di premiazione allestita ieri all’auditorium Marengo. La studentessa diplomata al liceo classico ”Umberto Eco” di Alessandria e oggi immatricolata all’università ”Amedeo Avogadro” è salita all’apogeo sul podio invaso altresì dalle scrittrici Anna Delfino Rossino (seconda classificata), Andrea Maria Cavazza e Noemi Sonia Destefanis (parità alla terza posizione).

“La dovizia di minuzie profusa per unire la narrazione ai protagonisti – è stata voce di Rita Balistreri – esalta la ricerca storica emersa dagli elaborati scritti dagli autori giovani rivali alla competizione letteraria”.

“La gara costruita sulla tematica sfidante – è l’asserto di Bruno Volpi – conduce a tributare la lode ai competitori”.

Ogni vincitrice è stata omaggiata dalla piuma unita all’arnese sottile per scrivere a mano cioè versare l’inchiostro sul foglio di carta per eternare le emozioni, dalla pergamena e dall’antologia (edizioni Sisifo) conferite dall’autrice Simonetta Gorsegno, dalla consigliera neo-eletta Silvia Raiteri (Regione Piemonte), dal vice-presidente Luigi Sfienti (Commissione politiche sociali e sanitarie – Comune di Alessandria) insieme allo staff Ujce (Unione Giornalisti e comunicatori europei).

Correva l’anno 1803 e il Primo Cònsole, desideroso di accrescere lo spazio dedicato al trasporto di opere letterarie, ordinava all’artigiano Antoine Alexandre Barbieri di costruire la biblioteca trasferibile di mille libri per trasportare le opere preferite nelle campagne militari. Napoleone gradiva leggere e, così, aveva corredato le casse di catalogo per estrarre a breve libri di scienze, religione, filosofia e altre materie.

”La cultura – è stato aggiunto dal curatore Efrem Bovo (Complesso di Marengo) muove l’agenda allestita sul sito napoleonico. La pace nasce dall’amicizia e cresce a Marengo”.

La platea gremita di genitori, amici, docenti è stata sedotta altresì dalle voci sublimi di Tomoko Okabe (soprano) e Filippo Polinelli (baritono): il duo d’arte guidato al pianoforte dal Maestro Umberto Battegazzore è intervenuto sul palcoscenico per interpretare le arie suggestive gradite al compositore Giacomo Puccini (Lucca, 22 novembre 1858 – Bruxelles, 29 novembre 1924), estratte dal repertorio lirico francese e avvolte alle opere letterarie scelte.

”L’unione pregevole di scrittura e musica – è la voce di Battegazzore – seduce il cuore”.

”L’Europa moderna – ecco la chiosa riferita dal consigliere Domenico Miloscio (Provincia di Alessandria) – è sbocciata dal trionfo francese censito a Marengo”.